QUATTRO CHIACCHIERE CON…LUIGI CHIUMENTO

Ritorna la rubrica settimanale “Quattro chiacchiere con..”, dedicata ai giocatori e ai membri dello staff della Prima Squadra.

L’intervistato di oggi è Luigi Chiumento: terzino sinistro classe ’98, è arrivato a dicembre dal Portogruaro e si è subito inserito alla grande nella squadra diventando un titolare fisso. Con lui abbiamo analizzato la partita di Villorba, la situazione generale e le sue previsioni in vista della partita di domenica con l’Opitergina.

 

Luigi, innanzitutto due parole sulla vittoria di Villorba

“E’ stata una partita un po’ strana. Dal punto di vista fisico è stata più una battaglia, loro erano molto aggressivi e giocavano poco. Noi abbiamo cercato di più di giocare a calcio. L’abbiamo interpretata bene, siamo stati bravi a resistere con un uomo in meno e abbiamo capitalizzato l’occasione creata.

La costante delle ultime settimane sono i campi pesanti e per noi è sempre uno svantaggio.

Anche personalmente la cosa non ci aiuta. I campi pesanti non ci permettono di esprimerci al meglio, si è visto anche con il Vedelago. Siamo una squadra tecnica che ottiene i risultati con il gioco.

Quattro vittorie nelle ultime cinque partite, siamo sicuramente in forma.

Stiamo bene, anche se non era forse nei progetti possiamo puntare in alto. L’obiettivo salvezza va ancora raggiunto ma a questo punto possiamo toglierci diverse soddisfazioni, per la società e per noi. Possiamo provare a raggiungere i playoff.

Ci aspettano ancora diverse partite importanti, a partire da domenica con l’Opitergina.

Sarà sicuramente una battaglia e una grande partita. Dovremo dare il massimo e forse anche qualcosa di più di quanto dato nelle ultime giornate. Ce la giocheremo anche con loro.

Sei arrivato a dicembre dal Po

Penso di essere arrivato nel posto giusto al momento giusto. Da quando sono arrivato mi sono trovato subito bene, ho un ottimo rapporto con il mister e con i compagni. Sono felice, ho giocato quasi tutte le partite dall’inizio e di averle fatte bene.