AMARISSIMO RITORNO AL CHIGGIATO: IL FOSSALTA PIAVE VINCE 2 A 1

CITTA’ DI CAORLE-LA SALUTE – FOSSALTA PIAVE 1-2

Città di Caorle-La Salute (4-3-3): Bavena, Giordano (37’ st Levada), Cadamuro, Lima, Malerba, Dei Rossi, Cester, Marsonetto, De Freitas, Casagrande (33’ st Ferri), Pedrozo (41’ st Cagiano). A disp. Tamai, Teso, Cervesato, Bozza. All. Tomas Giro.

Fossalta Piave (4-4-2): Zamberlan, Enzo, Danieli, Rosolen, Fornasier, Monti di Sopra (26’ st Pavan), Biondo, Lot (12’ st Franzin), Cattelan (45’ st Cerrato), Pivetta, Mitzano (15’ st Gbali). A disp. Canella, Bello, Babolin, Moro, Santagata. All. Marco Conte.

Reti: st 7’ Cattelan, 22’ Pedrozo, 38’ Gbali.

Arbitro: Shumanskyy di Mestre (Monaco e Zausa di Padova).

Note: ammoniti Fornasier, Lima. Angoli 4-4. Recuperi pt 0’, st 4’. Spettatori 380 circa.

Caorle. Secondo successo di fila per il Fossalta Piave che espugna 2 a 1 il Chiggiato di Caorle grazie ai gol di Cattelan e Gbali nella ripresa. Vittoria preziosa per gli arancioni che grazie a questi tre punti, sudati ma alla fine meritati, escono dalla zona playout. Per il CLS va male invece il ritorno allo stadio di casa: la seconda sconfitta di fila per i litoranei è un colpo difficile da digerire per come avevano iniziato la partita li lascia nel limbo di metà classifica.

Completo bianco per il CLS schierato da mister Giro con il consueto 4-3-3, rispetto alla partita di Conegliano di domenica scorsa Giordano gioca come terzino destro al posto di Levada, di conseguenza Cadamuro torna sulla fascia sinistra. Maglia nera invece per il Fossalta Piave che mister Conte dispone con il 4-4-2, davanti tandem Mitzano-Cattelan. Parte fortissimo la squadra di casa: al 2’ Pedrozo per Casagrande che avanza, da distanza favorevole va al tiro ma Zamberlan respinge poi la difesa spazza in angolo. Sul corner seguente carambola con i colpi di testa di Pedrozo e di un difensore, la palla schizza sulla traversa. Ancora CLS vicino al gol: al 4’ punizione di Casagrande da 30 metri, vola Zamberlan a mettere la palla in angolo. Un minuto dopo bel cross di Cadamuro a pescare Cester che in acrobazia sfiora il palo. Al 13’ pericoloso invece il Fossalta con Biondo che direttamente dalla bandierina colpisce una traversa clamorosa. Gli ospiti dopo un inizio difficile di partita difficile prendono le misure anche se un esuberante Pedrozo mette sempre in apprensione la difesa: al 24’ tacco del brasiliano a servire Cester, cross per De Freitas anticipato di un soffio da Zamberlan. Cinque minuti dopo Casagrande su punizione pennella in area per Dei Rossi che però manda alta la sfera. Al 34’ cross di Cester, Enzo anticipa Pedrozo, ci prova Casagrande ma mura Rosolen. Dieci minuti più tardi Casagrande nuovamente pericoloso con un sinistro preciso che si perde di un nulla sul fondo.

Dopo la pausa nella quale il CLS ha presentato le squadre del proprio vivaio, si riparte dagli stessi 22 del primo tempo. Al 7’ Fossalta in vantaggio grazie a Cattelan che beffa Bavena con una punizione dalla destra lisciata da un paio di giocatori in area. Il gol subito è un colpo duro da digerire per il CLS dopo quanto creato nel primo tempo, la manovra dei litoranei ne risente e diventa molto macchinosa. Al 20’ lancio per De Freitas che mette a terra per Casagrande, destro potente del numero dieci ma centrale e Zamberlan blocca a terra. Due minuti dopo il pareggio locale: Giordano recupera un pallone sulla destra, crossa in mezzo, Fornasier devia la palla fornendo un assist impossibile da sbagliare per Pedrozo che di rabbia da due metri mette in rete. Gli ospiti si fanno rivedere al 26’ quando Biondo serve il neoentrato Gbali, provvidenziale la chiusura di Malerba che spazza in angolo. Caorle-La Salute pericoloso al 32’ col destro di De Freitas appena dentro l’area, Zamberlan è reattivo. Gli ospiti rispondono pochi minuti più tardi: scambio sulla sinistra tra Biondo e Danieli, palla in area per Gbali che in scivolata tira fuori. L’attaccante ospite nella seconda occasione che gli capita non sbaglia: al 39’ Biondo filtra per il numero 19 in maglia nera che inserisce bruciando sul tempo Malerba e deposita in rete con l’aiuto del palo. Nel finale per il CLS il capitano Malerba gioca da attaccante aggiunto mentre il tecnico del Fossalta Marco Conte si chiude, togliendo Cattelan e facendo entrare il terzino Cerrato. Il CLS spinge alla disperata ma il Fossalta Piave ma muro e riesce a portare a casa l’intera posta in palio.