IL CAORLE-LA SALUTE CHIUDE IL 2018 CON UN PAREGGIO p

CITTA’ DI CAORLE-LA SALUTE – VILLORBA 1-1

 

Città di Caorle-La Salute (4-2-3-1): Bavena, Rubin (1’ st Cadamuro), Levada, Lima, Dei Rossi (19’ st Cagiano), Teso, Cester, Daneluzzi, De Freitas, Marsonetto (41’ st Xausa), Costantini. A disp. Tamai, Comin, Gusso, Ceccotto. All. Tomas Giro.

Villorba (4-5-1): Berti, Guarnieri (39’ st A. Pellizzari), Fiorotto, Benetton, Carniato, Salvadori, Pizzolato, Zavan, Conte (11’ pt G. Pellizzari, 28’ st Bonotto)), De Marchi (10’ st Allegri), Secco (29’ st Dozzo). A disp. Favotto, Caratozzolo, Rachello, Saccon. All. Giorgio Carniato.

Reti: pt 23’ De Freitas; st 43’ Fiorotto (r).

Arbitro: Pasquesi di Rovigo (Cicogna di S. Donà e Corcillo di Belluno).

Note: ammonito Lima. Angoli 4-3. Recuperi pt 2’, st 5’. Spettatori 100 circa.

 

Caorle. Il Città di Caorle-La Salute chiude il 2018 con un pareggio: con il Villorba finisce 1 a 1 al Chiggiato. In vantaggio nel primo tempo con De Freitas, la formazione litoranea viene raggiunta dai trevigiani che pareggiano con Fiorotto su rigore. Nell’ultima azione della partita Cester ha colpito una clamorosa traversa a portiere battuto. La partita è stata povera di occasioni da rete, con le due squadre che di fatto si sono divise equamente i tempi.

In campo in completo bianco con bordi blu il Caorle-La Salute si schiera con il consueto 4-2-3-1: subito titolare come esterno sinistro l’ultimo arrivato Costantini, Marsonetto fa da rifinitore alle spalle del capitano De Freitas. I trevigiani invece, in maglia blu, si dispongono con un 4-3-3 che però diventa un 4-5-1 molto attendista. Il CLS fin da subito prende il comando della partita, va due volte al tiro De Freitas ma nella prima occasione calcia alto e nella seconda Berti blocca in due tempi. Il Villorba invece è tutto schierato oltre la linea del pallone eccetto il solo Pizzolato. I trevigiani all’11′ perdono per infortunio Conte, al suo posto Giorgio Pellizzari. Al 20’ timide proteste dei litoranei per una presunta spinta di Salvadori su Lima, l’arbitro fa proseguire. Tre minuti più tardi vantaggio del CLS: Daneluzzi filtra per De Freitas che si inserisce tra i difensori e appena dentro l’area con un potente destro fulmina Berti sul primo palo. Il gol non cambia il ritmo della partita: i padroni di casa gestiscono la palla con tranquillità, il Villorba mantiene invece un atteggiamento oltremodo passivo e non crea alcun pericolo a Bavena. Al 43’ prima palla gol per gli ospiti: Zavan si avventa su una palla vagante in area e prova un pallonetto che si spegne di poco sopra la traversa. Due minuti dopo sul corner di Zavan stacca bene Pizzolato ma un difensore respinge quasi sulla linea di porta il suo colpo di testa.

A inizio ripresa nel CLS Cadamuro rileva Rubin, infortunato a fine primo tempo. Al 3’ G. Pellizzari prova a servire Secco che solo al limite non riesce ad agganciare la palla e l’occasione sfuma. Cinque minuti più tardi grave leggerezza di Dei Rossi che perde palla appena davanti all’area e poi con un intervento rischiosissimo interviene in scivolata su Zavan. Al 17’ angolo di Zavan, la palla attraversa lo specchio, G. Pellizzari rimette in mezzo ma Bavena blocca. Il Villorba cresce con il passare dei minuti mentre il CLS scende nettamente di tono. Mister Giro prova allora a scuotere i suoi, entra Cagiano al posto di Dei Rossi e di conseguenza Lima arretra in difesa. Al 25’ cross di Fiorotto per Pizzolato che di gesta gira fuori di un metro abbondante. Cambia qualcosa anche il Villorba, dentro Dozzo e Bonotto per Secco e G. Pellizzari, ma la partita prosegue abbastanza noiosamente fino agli ultimi minuti. Al 43’ grave ingenuità della difesa di casa che perde malamente palla a centrocampo, A. Pellizzari si invola verso la porta, entra in area dove viene chiuso dai due difensori: l’arbitro indica il dischetto del rigore. Dagli undici metri Fiorotto spiazza Bavena e pareggia i conti. Il CLS si riversa in avanti nei minuti di recupero, al 50’ gran botta di Cester dal limite che leggermente deviata da un difensore colpisce in pieno la traversa ma la palla ritorna in campo e poi viene segnalato il fuorigioco di Cagiano.