3 PUNTI D’ORO

CLS – VILLORBA: 2 – 1

Reti: pt 32’Cima, pt 36′ Cima, pt 42′ Pol.

CAORLE LA SALUTE: Bavena , Rubin, Vio, Seno (st 42′ Benedet), Bravo , Biasi Manolache, Cester, Fiorin (st 26′ Giordano), Cima, Novelli Gasparini , Bozza (st 12′ Coro’). Allenatore: Carraro.

VILLORBA: Mattiuzzi, Secco, Cittadini, Pol, Carniato(st 32′ Pellizzari), Biral, Barbisan(st 40′ Perin), Zavan (st 10′ De Marchi), Pizzolato, Martina (st 25′ Colli), Dozzo. Allenatore: Carniato.

Arbitro: Checchin di Mestre

Ammoniti: Bavena, Bravo, Cester, Novelli Gasparini, Barbisan, Pizzolato, Martina.

LA SALUTE DI LIVENZA : Un tempo per decidere tutto: tutte le reti realizzate nei primi 45′. Sul prato del “Veronese” il CLS ha la meglio su un Villorba in cerca di punti. Partono bene i ragazzi di Mister Carraro che al 15′ insidiano la porta di Mattiuzzi con Cester. Alla mezz’ora del primo tempo la pressione del CLS si fa maggiore ed è il preludio dello show di Cima. Occasione mancata di poco da Vio (classe 2002) su cross di Cester e poi al 32′ Cima conquista palla si libera di due avversari e scarica dal limite un missile che si incassa dietro le spalla del portiere impotente. Il CLS continua spingere per poter chiudere la partita e dopo quattro minuti arriva l’altra azione personale di Cima. Presa palla il fantasista Cima lascia alle sue spalle tre avversari e con un micidiale diagonale fulmina il portiere. Poteva essere una partita tranquilla da gestire, ma il Direttore di gara la vuole riaprire concedendo una punizione a due in area per una presunta “trattenuta della palla troppo lunga” di Bavena. Pol si incarica della punizione e infila in rete. La ripresa di gara vede i trevigiani più intraprendenti per poter arrivare la pareggio, ma le loro azioni non sono quasi mai pericolose e il CLS riesce a controllare il risultato fino alla fine. Tre punti che portano la squadra tra le prime cinque della classifica.